26 Maggio 2019 - 6° Domenica di Pasqua - Anno C

Riflessione sulla 6° Domenica di Pasqua. Per le letture liturgiche e altri commenti cerca sul CALENDARIO LITURGICO

Meditando la Parola di Dio che ci viene proclamata dobbiamo avere l'umiltà di imparare a conoscere meglio le parole importanti che Gesù usa. Per questo motivo iniziamo la nostra riflessione prendendo in considerazione i termini Paraclito e Spirito. Innanzitutto è utile notare che il termine Paraclito viene usato solo dall'evangelista Giovanni. (Gv 14,16.26; 15,26; 16,7; 1Gv 2,1) Esso indica colui che intercede e soccorre coloro che si trovano in una situazione di necessità. Infatti nella cultura legale di quel tempo questo termine indicava l'avvocato o il difensore. E' utile per la nostra riflessione personale considerare che Giovanni dà tre indicazioni sul Paraclito. Infatti lo indica come "Spirito della verità" (Gv 14,17; 15,26; 16,13) e Spirito Santo (Gv 14,26). Infine identifica il Paraclito con Gesù che intercede presso il Padre per i nostri peccati (1Gv 2,1). Infine bisogna ricordare che Paraclito può essere tradotto anche con il termine consolatore. Quindi per concludere il Paraclito è una presenza di sostegno e di conforto nei confronti di coloro che ... Continua a leggere nell'allegato

Allegati:
Scarica questo file (6 Domenica di Pasqua C.pdf)6 Domenica di Pasqua C.pdf[ ]149 kB
Back to Top